Ciò che i millennial cercano davvero in una relazione

Secondo una recente inchiesta, le relazioni sono ormai andate ai pesci. Questo sondaggio, condotto dal rivenditore Zulily negli Stati Uniti, ha coinvolto dei millennial proprietari di animali domestici per scoprire quanto amano i loro amici pelosi a quattro zampe. A quanto pare li amano molto (e la cosa non sorprende) – ma Zulily ha anche scoperto ciò che i millennial cercano veramente in una relazione. 

Circa la metà (il 45%) di coloro che sono stati intervistati ha ammesso che se iniziasse a frequentare qualcuno, l’approvazione del proprio cucciolo conterebbe più di quella della famiglia. Per fare più luce sulla questione, l’inchiesta non ha specificato cosa potrebbe succedere se un cucciolo non accettasse la possibile nuova persona con cui uscire, ma possiamo dare per scontato che l’interessato il giorno dell’appuntamento potrebbe essere sorprendentemente “impegnato” (impegnato a guardare no stop episodi di una nuova serie tv su Netflix insieme al gatto, ovviamente). 

Quindi se siete alla ricerca della vostra nuova fiamma, adesso sapete che cercano davvero i millennial nelle proprie relazioni, perciò non dimenticate di portare un biscotto per il cane o il gatto se andate finalmente a casa della vostra ultima conquista per la prima volta. 

Nel frattempo, ben il 42% dei millennial già accoppiati che hanno anche un animale domestico ha affermato che, se dovessero scegliere, preferirebbero di gran lunga coccolare il loro migliore amico a quattro zampe piuttosto che il proprio partner. Non c’è molto da controbattere, sono ragioni più che valide! Le coccole di un animale non hanno condizioni, sono calde e di solito il vostro animale domestico non russa o non vi dà pugni e calci quando si muove durante il sonno. Inoltre, gli animali non si aspettano nulla da delle coccole, giusto? Loro semplicemente amano riceverle per rilassarsi e niente più. 

Il sondaggio interrogava su questioni anche non relative strettamente alla relazione e è giunto a delle conclusioni veramente interessanti sui millennials, sugli animali domestici e persino i lavori full-time. Secondo il rapporto condotto da Zulily, circa il 70% dei millennial che sono stati intervistati hanno detto che sarebbero disponibili ad accettare un taglio sullo stipendio se questo permettesse loro di portare i propri cuccioli sul posto di lavoro, incluso il 21% che ha detto che sarebbe disposto ad un taglio a partire dal 20%. Wow! 

Questa inchiesta ci ha sicuramente colpito molto e ci ha dato numerosi spunti sui millennial su cui riflettere. Dopo tutto, dare da mangiare al proprio animale domestico, portarlo a spasso durante la giornata, ricordare gli appuntamenti per la toelettatura o le visite di routine dal veterinario è molto più facile da gestire rispetto a quei messaggi confusionari ed intricati che ricevereste dalla persona con cui vi state frequentando. Tutti sanno cosa si prova, non è vero?